5.6.07

una donna coi piedi per terra

non voglio essere troppo, come dire, prosaica.
e questa volta non ho intenzione di fare uno dei soliti sermoni contro steve jobs e la schiavitù del design.
sul serio.
anche perché, dopo essermi emozionata davanti ai widget, ho perso praticamente tutta la mia credibilità.

col massimo del rispetto, vorrei parlare dell'iphone.

sarà un problema mio, sarà lo spirito della donna di casa che si è impossessato di me, sarà che invece della luna vedo il dito, ma guardando questo annuncio io visualizzo immediatamente due cose:
ditate e sudore.

(molto probabilmente il target dell'iphone non suda e non lascia ditate, lo so.)

4 commenti:

Tengi ha detto...

io sudo e volontà e sdito di brutto...
voglio un iphone di spugna
chi ci pensa a me?

ella ha detto...

la apple, tengi.
sono sicura che, in ordine, usciranno:
asciugamanino in tremila varianti di colore, con possibilità iniziali, per pulire il display dell'iphone.
custodietta che lo coprirà e immunizzarà da tutto, rendendolo inutilizzabile e quindi di conseguenza
telecomando bluetooth, per accedere a tutte le funzioni senza toccare il touchscreen.
ovviamente, per ragioni di design che non ti sto a spiegare, anche il telecomando sarà di vetroceramica, quindi iper-suscettibile a ditate e sudore.
quindi verranno poi resi disponibili sul mercato asciugamani e telecomandini per il telecomando, e cosí via, nei secoli dei secoli.
amen.
:)

Aldo Cernuto ha detto...

Cacchio invece a me fa venire in mente quel film con Tom Cruise ambientato in un futuro dove la gente non si fa i cazzi suoi pero' è giusto non farsi i cazzi suoi allora quelli che non si fanno i cazzi suoi arrestano quelli che invece i cazzi loro volevano farseli eccome.
Si, sto parlando di Top Gun.

Bill Bernbach ha detto...

Brava Maria, bel blog.